10 bellissime città murate del Veneto da visitare

18 Giu , 2023 - Regione Veneto

10 bellissime città murate del Veneto da visitare

Non perchè è la mia terra, ma reputo il Veneto una regione bellissima 🙂 . Oltre alle Dolomiti, le città d’arte, il lago di Garda e altre meraviglie, c’è un altro Veneto che merita di essere conosciuto: è quello dei borghi. E all’interno di questa categoria, si situano le città murate.

Sebbene le loro origini risalgano ai tempi dei romani, la costruzione delle mura è di origine medievale. In un periodo storico considerato tra i più difficili ed ostili per l’uomo, la costruzione di cinte murarie era uno dei modi più efficaci per salvaguardare i centri cittadini e proteggere i loro abitanti. Le fortificazioni furono realizzate su commissione di signori e padroni locali e permisero a borghi e città di giungere intatte ai giorni nostri, mantenendo il fascino che le contraddistingue.

Alcune sono piccole, altre un po’ più estese: si va dalla città vera e propria al piccolo borgo. Ognuna si presta benissimo alla visita in giornata o di un pomeriggio e ad un turismo lento: all’interno delle mura si trovano negozi, bar, ristoranti tipici, musei e luoghi storici da visitare. La maggior parte di esse si concentra tra le province di Verona, Vicenza, Padova, Treviso e Venezia, ma ce n’è qualcuna anche in provincia di Belluno. Nel 1997 nasce, col patrocinio della Regione Veneto, l’Associazione Città Murate del Veneto che attualmente include 34 Comuni, sparsi in 6 province: lo scopo è quello di promuovere, far conoscere, tutelare, salvaguardare, conservare e valorizzare queste città.

Detto questo, ecco quali sono secondo me le città murate più belle da vedere in Veneto. Io finora ne ho viste 9 di queste 10, ma conto di ampliare il numero appena ne ho l’occasione.

10 città murate del Veneto da visitare

1 Asolo

Iniziamo da quella che secondo me è la città col fascino più incredibile: Asolo. Fu terra di personalità illustri, come il poeta Robert Browning, la viaggiatrice Freya Stark, la regina Caterina Cornaro e la Divina attrice Eleonora Duse, note come le Tre Signore di Asolo. Giosuè Carducci definì Asolo come la città dei 100 orizzonti: situata sulla Pedemontana Trevigiana, tra le Prealpi Bellunesi e la Pianura Padana, quando se ne ammira il panorama circostante i profili delle colline sono innumerevoli, creando un panorama unico.

Ad Asolo non ti puoi perdere la Rocca, raggiungibile grazie ad una lunga scalinata. Al castello della Regina Cornaro si tengono spettacoli all’aperto durante la bella stagione mentre puoi rilassarti al bar. Da non perdere anche il museo civico e le vie di Asolo. Se sei amante dell’enogastronomia, il borgo si trova in provincia di Treviso nella zona dei colli Veneti noti per il Prosecco: è d’obbligo un assaggio del vino più famoso del Veneto

Se vuoi saperne di più, leggiti cosa vedere ad Asolo.

città murate del veneto
Asolo

2 Montagnana

Situata in provincia di Padova, Montagnana possiede una della cinte murarie più belle e meglio conservate di tutto il Veneto. E’ lunga 2 km ed è composta da 24 torri merlate. E’ possibile camminare a fianco le mura appena si varca porta XX Settembre ed ammirare l’opera di fortificazione da sotto. Una volta percorso il sentiero che costeggia le mura, si arriva al Mastio di Ezzelino, la torre più alta tra tutte che veniva usata come magazzino e dove si racchiudeva la popolazione in caso di assedio. Al piano terra si trova la sede del museo civico Giacomelli. Terminata la visita al museo potrai salire le scale e vedere Montagnana dall’alto.

Tra le cose da vedere a Montagnana oltre al Mastio e le mura: il Duomo, il castello di San Zeno, Villa Pisani e tra fine Agosto e i primi di Settembre il Palio dei 10 comuni. Da provare assolutamente il prosciutto crudo DOP di Montagnana, considerata una delle eccellenze venete in campo gastronomico.

Leggi cosa vedere a Montagnana.

città murate del veneto
Mura di Montagnana

3 Castelfranco Veneto

Castelfranco Veneto è conosciuto come il borgo del Giorgione perchè proprio qui nacque il famoso pittore, uno dei più grandi della scuola Veneta. La sua statua accoglie i visitatori ed è situata appena fuori dal centro. Il borgo ha un impianto urbanistico di stile medievale: il fossato e le mura proteggevano la città da eventuali invasori. Per visitare Castelfranco bisogna attraversare il fossato e varcare una delle porte della sulle mura. La cinta muraria è ancora ben tenuta ed è possibile ammirarle da sotto, mentre sulla Torre Civica noterai il leone Marciano.

Il luogo d’interesse principale si trova dentro il Duomo di Castelfranco, ed è la pala del Giorgione. E’ una Madonna con Bambino opera del noto pittore, che fu trafugata in passato ma poi ritrovata. A lato del Duomo si trova il Museo Casa Giorgione, dove si tengono delle mostre temporanee. Infine, se esci dalle mura, puoi visitare poco lontano dal centro, la villa e il Parco Revedin Bolasco.

Se vuoi saperne di più, leggi cosa vedere a Castelfranco Veneto.

città murate del veneto
Statua del Giorgione a Castelfranco Veneto

4 Bassano del Grappa

La città di Bassano del Grappa è legata a doppio filo alla Grappa Nardini: fu qui, proprio fuori dal ponte di Bassano, luogo simbolo della città, che Bortolo Nardini aprì la sua prima distilleria.

Bassano del Grappa è la seconda città per grandezza della provincia di Vicenza e si estende ben oltre il suo centro storico: eppure i maggiori luoghi d’interesse si trovano dentro le mura. Il ponte degli Alpini, conosciuto anche come ponte di Bassano, fu inizialmente progettato dal Palladio. Al di fuori del ponte si trovano le distillerie Poli e Nardini, entrambe sempre molto frequentate. Per accedere l’attesa potrebbe essere lunga. Il museo della ceramica ed il suo centro storico sono sempre pieni di visitatori e da qui puoi vedere il ponte da un’angolazione stupenda. Infine, percorri le sempre affollate vie del centro storico.

Bassano è una delle città murate del Veneto tra le più belle da vedere. Non perdertela!

Leggi qui cosa vedere a Bassano del Grappa.

città murate del veneto
Ponte di Bassano del Grappa

5 Soave

Il borgo di Soave è stato dichiarato Borghi dei Borghi 2022 ed è una delle città murate del Veneto più belle in assoluto. Situata in provincia di Verona, il castello di Soave si adagia sul monte Tenda, che si trova a poca distanza dal meraviglioso panorama della Valpolicella. Proprio in questa zona del Veneto, si producono una serie di ottimi vini, di cui 4 si vantano dell’etichetta DOC e DOCG. E’ possibile trovarli nelle numerose cantine che popolano questa parte della provincia di Verona e a pochi chilometri dal borgo di Soave.

Il borgo di Soave si compone di mura risalenti al Trecento e per accedere alla città ci sono quattro porte d’ingresso. Purtroppo Soave è l’unico borgo che non sono ancora riuscito a vedere ma rimedierò presto!

Castello Scaligero, Soave. Copyrights: Wikipedia, di Di Alessandro Vecchi

6 Cittadella

Situata in provincia di Padova, il centro storico di Cittadella è racchiuso tra le mura di forma ellittica. Ma la vera caratteristica di questa cittadina è l’essere l’unica città murata del Veneto tra tutte ad avere il camminamento di ronda percorribile a piedi. E’ qualcosa di unico e caratteristico: la cinta muraria misura quasi due chilometri ed è alta quindici metri, si percorre in un’ora e mezza, è una delle più lunghe d’Europa e permette di vedere tutta Cittadella dall’alto.

Lungo il percorso si trovano il Mastio e la Torre di Malta, dove potrai visitare i musei al loro interno. La loro visita è inclusa nel prezzo del biglietto e per accedere alla città occorre attraversare una delle quattro porte. Una volta finito il giro a piedi potrai ammirare le mura da sotto affittando una barca per percorrere il fossato che circonda il borgo. Ma le mura di Cittadella non sono solo camminata o giro in barca: sono anche numerosi eventi in data particolari. Non mancano ovviamente le rievocazioni medievali.

Scopri cosa vedere a Cittadella.

città murate del veneto
Cittadella dall’alto

7 Noale

A pochi chilometri da Venezia ma molto vicino al confine alle province di Padova e Treviso si trova Noale. La particolarità di questa cittadina murata veneta risiede al di fuori delle mura stesse. In epoca medievale, i noalesi avevano escogitato un sistema di difesa basato su una serie di appezzamenti terrieri allagati. Questo permetteva agli abitanti della città di osservare i dintorni dalla cinta muraria e allo stesso tempo non permetteva gli assalti nemici. Gli invasori erano costretti a rallentare il passo, seguire i sentieri e non potevano assaltare le mura cittadine per via dell’acqua.

Il luogo di maggiore interesse di Noale è la rocca dei Tempesta, che oggi risulta disabitata e fu realizzata su un’altura artificiale. Fu realizzata dalla famiglia dei Tempesta, signorotti noalesi che si dovettero rifugiare spesso tra le mura amiche della rocca. Oggi la rocca è stata ristrutturata e viene usata per eventi, manifestazioni e concerti.

Leggi Noale, cosa vedere.

città murate del veneto
Rocca di Noale

8 Portobuffolè

In provincia di Treviso e a pochi chilometri dal Friuli Venezia Giulia si trova il piccolissimo borgo di Portobuffolè. E’ un paesino noto già in epoca romana al quale si accede attraverso Porta Friuli. Portobuffolè è famoso in tutta la provincia perchè ogni prima domenica del mese si tiene il mercatino dell’antiquariato: appassionati di oggetti storici si recano qui per fare acquisti o anche solo per guardare.

Tra le altre cose da vedere a Portobuffolè c’è la casa della poetessa Gaia da Camino, adibita a museo e sala espositiva. La visita è inclusa col biglietto per la torre civica, dove puoi salire fino in cima e lungo il percorso ammirerai il museo della civiltà contadina: qui potrai vedere una serie di reperti storici dedicati alla vita dei campi. Portobuffolè si visita in un’ora circa, se sei da queste parti, non te la perdere.

Leggi qui cosa vedere a Portobuffolè.

città murate del veneto
Vie di Portobuffolè

9 Marostica

A Marostica ci sono stato ma non ne ho ancora scritto perchè voglio tornarci e visitarla per bene. L’ho visitata quando ero alle superiori ma mi ricordo benissimo la partita a calcio che ho fatto sulla scacchiera nella piazza principale.

Ed è proprio Piazza Castello il cuore di Marostica: qui si svolge la partita a scacchi vivente dove oltre 600 figuranti si muovono su ordine dei giocatori dando origine a un mix tra una partita a scacchi e una rappresentazione storico medievale. Tra le altre cose da non perdere a Marostica c’è il Castello inferiore, che chiude la piazza sul quarto lato e dove al suo interno si trovano alcuni costumi originale della partita a scacchi vivente. Dietro al Castello inferiore si trova il Castello superiore, da dove puoi ammirare Marostica dall’alto e dove puoi percorrere il camminamento di ronda. I due castelli sono collegati da una cinta muraria.

cosa vedere a marostica in un giorno o poche ore
Marostica piazza degli scacchi.

10 Treviso

L’ho lasciata per ultima perchè è la città murata del Veneto tra le più grandi della mia lista e quella che amo in modo particolare. Treviso è un gioiello che vive di luce riflessa proveniente da Venezia. Spesso sottovalutata, Treviso è di una bellezza unica: le mura e il fossato delimitano il centro cittadino, caratterizzato da angoli incredibilmente belli come i Buranelli o il ponte della Malvasia. Il cuore di Treviso è l’elegante Piazza dei Signori, da dove puoi raggiungere tutti gli altri luoghi di interesse della città come il Duomo, la Chiesa di San Francesco, quella di San Nicolò e la zona della Pescheria.

Treviso è una bellissima città da visitare in giornata e dove fare l’aperitivo nelle numerose osterie. Una delle cose da non perdere è ammirare la penisola del Paradiso da sopra le mura, percorribili per un breve tratto e dove si può sorseggiare uno spritz null’unico bar sulle mura. Se vuoi tutte le info sulla città leggi cosa vedere a Treviso in un giorno.

città murate del veneto
Canale dei Buranelli a Treviso

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *