Cosa fare e cosa vedere a Venezia in due giorni: itinerario con mappa

20 Lug , 2023 - Regione Veneto

Cosa fare e cosa vedere a Venezia in due giorni: itinerario con mappa

Per me Venezia è la città più bella al mondo. Romantica, storica, irriverente col suo Carnevale e soprattutto bellissima per la sua unicità. Ho deciso di parlarti di cosa fare e cosa vedere a Venezia in 2 giorni per svariati motivi. Innanzitutto perchè la conosco bene. L’ho frequentata per più di una decade e ci torno spesso. Perchè ti posso dare molte info utili se ti stai preparando per visitare la città della Serenissima. E poi è una delle mie città preferite.

La maggior parte dei visitatori visita Venezia in 2 giorni oppure in un weekend: qui sotto troverai un itinerario con mappa suddiviso per giorni. Si sviluppa prevalentemente a piedi ma per alcune tappe dovrai per forza utilizzare il trasporto pubblico. Sotto ti indico come fare.

Buona lettura!

Cosa vedere a Venezia in due giorni: itinerario con mappa. Giorno 1

Prima di iniziare la visita a Venezia in due giorni, ti lascio la mappa dell’itinerario qui sotto.

1 Piazza San Marco

Iniziamo da quel che è il cuore di Venezia, nonchè unica piazza della città lagunare. A Venezia, tutte le altre piazze sono chiamate campi. Piazza San Marco ha una forma trapezoidale, è lunga 170 metri e larga 57 sul lato minore ed 83 metri sul lato della Basilica. E’ nota per la sua integrità architettonica e si divide in tre parti: Piazza san Marco è la parte più ampia, Piazzetta San Marco, fronte al Palazzo Ducale, e Piazzetta dei Leoncini situata a sinistra della Basilica, se la si guarda di fronte.

Tra i luoghi di interesse della piazza ti segnalo: i due caffè storici, Caffè Florian e Caffè Quadri, quelli con l’orchestra all’esterno. Siediti a bere solo se sei convinto di spendere molti soldi; la Basilica di San Marco, di cui ti parlo sotto, l’edificio religioso più importante della città; ed infine el Paròn de casa, il Campanile di San Marco che svetta coi suoi 98 metri di fronte all’omonima chiesa. In passato è stata il salotto di Venezia e tutti i visitatori passano da qui.

cosa vedere a venezia in due giorni
Piazza San Marco, Basilica e Campanile, Venezia

2 Visitare la Basilica di San Marco

Il principale luogo di culto di Venezia e sede del Patriarcato. La prima chiesa dedicata a San Marco Evangelista risale al 828, ma la costruzione attuale risale al 1063. Esternamente si divide in tre parti – piano inferiore, terrazza, cupole – ed ha una pianta molto larga. Potrai notare, tra le tante cose, alcuni mosaici di rara bellezza realizzati sulle mezzelune. Ma soprattutto noterai la quadriga, i quattro Cavalli di San Marco, un’opera proveniente di Costantinopoli. Questi però sono un copia, gli originali sono conservati nel Museo di San Marco.

Puoi visitare la Basilica di San Marco anche all’interno. Ha una pianta a croce greca e il piatto forte sono i mosaici in oro. La poca luce che filtra durante le diverse ore del giorno dona alla chiesa degli effetti suggestivi e di grande intensità, tipici delle chiese mediorientali

Per vederla gratuitamente all’interno puoi accedere tramite la porta dei fiori ed assistere ad una delle sante messe. Altrimenti hai due modi per accedere alla Basilica: il primo modo è quello di andare alla biglietteria la mattina presto in modo da evitare la coda ed acquistare il biglietto in loco. Il secondo è prenotare una visita guidata tramite il sito. Pagare il ticket d’ingresso è l’unico modo per salire sulle terrazze e vedere anche le cripte.

3 Palazzo Ducale e le sue prigioni

Palazzo Ducale era la sede Doge della Repubblica Serenissima di Venezia. Esternamente si caratterizza da uno stile bizantino, che testimonia il legame che aveva la Repubblica di Venezia con gli altri Stati Esteri, in particolare quelli orientali. Al pian terreno è costituito da un porticato di 36 colonne, al primo piano si trova una leggera loggia gotica, al superiore infine si aprono delle finestre sulle decorazioni bicolore in pietra bianca d’Istria e sul marmo rosa di Verona. La decorazione finale è in guglie e pinnacoli.

Durante la visita a Palazzo Ducale potrai visitare le sale dove si svolgeva la vita politica della Serenissima. Ci sono poi le prigioni, situate nel Palazzo delle Prigioni Nuove di fronte a Palazzo Ducale e separati dal rio di Palazzo. Vi si accede attraversando il famosissimo Ponte dei Sospiri. Il nome di questo ponte potrebbe evocare pensieri romantici o d’amore, ma non è affatto così. A sospirare malinconicamente erano i detenuti, che passando il ponte ammiravano i canali di Venezia per l’ultima volta. Chi entrava nelle prigioni di Palazzo Ducale, aveva davvero pochissime possibilità di rivedere la luce del sole. Durante la sua prigionia, Silvio Pellico scrisse “Le Mie Prigioni”.

Se vuoi visitare Palazzo Ducale e le sue prigioni, come alla Basilica puoi recarti in loco ed acquistare i biglietti, col rischio di fare molta coda. Altrimenti puoi acquistare il biglietto on line tramite la sezione biglietti del sito ufficiale del Palazzo Ducale.

I prezzi li trovi nel link di Palazzo Ducale o qui sotto. Orari: tutti i giorni dalle 9.00 – 19.00 – ultimo ingresso ore 18.00 -. Dal 12 maggio al 30 settembre 2023, ogni venerdì e sabato apertura fino alle 23.00 – ultimo ingresso ore 22.00 -.

4 Riva degli Schiavoni

Terminata la visita a Palazzo Ducale dovresti essere più o meno a metà del primo dei due giorni a Venezia. E’ giunto il momento di fare una bella passeggiata lungo Riva degli Schiavoni.

E’ una riva monumentale di Venezia, dove in passato avvenivano gran parte degli scambi commerciali e deve il nome ai mercanti provenienti dalla Dalmazia: dato che molti commercianti provenivano da questa zona della Croazia. Ai tempi della Serenissima la Dalmazia era conosciuta come Slavonia o Schiavonia. Da cui il nome. Lungo questa camminata potrai ammirare alcuni luoghi d’interesse di Venezia, come l’Hotel Danieli, il monumento equestre a Vittorio Emanuele II, palazzo Gabrielli, ora sede dell’omonimo hotel di lusso e dalla parte opposta, oltre il canale della Giudecca, l’isola e la chiesa di San Giorgio.

cosa vedere a venezia in due giorni
Palazzo Ducale

5 Libreria Acqua Alta

E’ una delle librerie più particolari di tutto il mondo: ha uno stile unico, dove montagne di libri sono ammassate su gondole, vasche, scaffali o cassette di plastica. L’idea è stata di Luigi Frizzo, che conosce benissimo l’ubicazione di ogni libro. Ad accogliervi, oltre a lui, i suoi gatti.

La libreria Acqua Alta è divenuta ormai meta per curiosi piuttosto che per i lettori: si entra qui solo per vedere le cataste di libri e fare la foto che per acquistare. All’esterno spesso si forma una lunga coda di gente che prolunga l’attesa per l’ingresso. Si trova in Calle Lunga Santa Maria Formosa 5176. E’ aperta tutti i giorni dalle 09.30 alle 19.30.

cosa vedere a venezia in due giorni
Libreria Acqua Alta Venezia, Copy: Pixabay

6 Fondaco dei Tedeschi

A pochi passi da Rialto si trova il Fondaco dei Tedeschi. In questa tappa potrai vedere Venezia dall’alto. Il tutto è molto semplice.

Il suo nome deriva dall’essere stato il punto di approdo delle merci provenienti dalla Germania: la Serenissima usava questo palazzo per stoccarle e poi commerciarle. Oggi è un palazzo a più piani con all’interno moltissimi negozi dei brand più famosi e di lusso. Ma il vero punto d’interesse di questo palazzo sta nella terrazza panoramica, da dove si può ammirare Venezia ed il Canal Grande, con una vista a 180° gradi.

Particolare fondamentale: per vedere Venezia dalla terrazza panoramica occorre prenotare la visita nel sito del Fondaco dei Tedeschi, mentre per arrivare all’ultimo piano si arriva con le scale mobili. La visita è gratuita e dura al massimo 15 minuti.

cosa vedere a venezia in due giorni
Fondaco dei Tedeschi, Venezia

7 Ponte di Rialto

A pochi passi dal Fondaco dei Tedeschi si trova il ponte più famoso di Venezia. il ponte di Rialto. E’ il terzo ponte sul canal Grande ma il primo per importanza e il più antico.

Fu il primo ponte sul canale più grande della città Lagunare. La prima versione era composta da un ponte di barche conosciuto come ponte della Moneta: serviva per collegare le due parti di Venezia e permettere agli abitanti di andare a al mercato di Rialto. L’opera attuale è del 1591. Oggi è meta imperdibile a Venezia. Ai lati della sua scalinata si trovano molti negozi di bigiotteria, souvenir e tanto altro. Da qui puoi assistere ad una delle migliori viste di Venezia al tramoto.

cosa vedere a venezia in due giorni
Vista da Rialto di notte

8 Campo San Polo

Prosegui oltre Rialto e seguendo Ruga vecchia san Giovanni e Rugheta del Ravano arriverai a Campo San Polo – un angolo di Venezia che a me piace molto. –

Nelle mie passeggiate a Venezia ci vado spesso: è il campo più grande di Venezia, secondo solo a Piazza San Marco. Prende il nome dall’omonima chiesa che sorge nell’angolo sudoccidentale del campo. Originariamente era destinato al pascoli degli animali, ma divenne poi sede di feste popolari, giochi vari e mercati. Vi si affacciano molti prestigiosi palazzi in stile veneziano come Palazzo Soranzo, Palazzo Donà e Palazzo Corner Mocenigo. In inverno viene realizzata la pista di pattinaggio e il mercatino di Natale. Io vengo qui spesso per rilassarmi durante le mie passeggiate a Venezia.

cosa vedere a venezia in due giorni
Basilica dei Frari

9 Chiesa dei Frari

A pochi passi di distanza si trova la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari, comunemente conosciuta come i Frari. E’ la più grande tra tutte le chiese di Venezia, ed è dedicata all’Assunzione di Maria. E’ una delle chiese più belle della città e al suo interno ci troverai tantissime opere d’arte, alcune realizzate da Donatello, Bellini e Tiziano.

Orari e costi:

  • Da lunedì al sabato: dalle 9:00 alle 18:00 – ultimo ingresso alle 17:30 –
  • Domenica dalle 13:00 alle 18:00 – ultimo ingresso 17.30 –
  • Biglietto intero: € 5.00
  • Biglietto ridotto: 2.00 – studenti dai 12 ai a 29 anni –
  • Senior: 3.00 -over 65 –
  • Per ulteriori info: https://www.basilicadeifrari.it/

10 Ponte dell’Accademia

Il ponte dell’Accademia è l’ultimo ponte sul Canal Grande e da qui potrai godere di una bellissima vista sulla Basilica di Santa Maria della Salute fino al Canale della Giudecca.

Fu inaugurato nel 1854, e si chiamava ponte della Carità ma oggi è conosciuto col nome attuale per le adiacenti gallerie dell’Accademia, le quali presentano al loro interno le opere d’arte dei maggiori pittori italiani e veneziani. È divenuto uno degli angoli più iconici della città: potrai fotografare anche la Chiesa della Salute, dedicata alla Beata Vergine come ringraziamento per la fine della peste del 1630 e situata quasi in Punta della Dogana. La sua costruzione rappresenta un voto fatto nel 1630 dai Veneziani alla Madonna. Il ponte è realizzato in legno.

cosa vedere a venezia in due giorni
Chiesa di Santa Maria della Salute al tramonto da Ponte dell’Accademia, Venezia.

11 Giro in gondola partendo dal Bacino Orseolo.

Chiudiamo la giornata con un giro in gondola. Da qualche anno è stato regolamentato: il tariffario è esposto e va da 80€ per mezz’ora circa a 120€ per 45 minuti circa. Prezzo per due persone. La gondola ne ospita fino a 6. Se decidi di farlo di notte, vuoi avere una bottiglia di Prosecco o Spumante e un cantante, il prezzo ovviamente salirà.

Ti suggerisco di prenderla dal Bacino Orseolo perchè cosi ritorni al punto di partenza e da qui potrai visitare Venezia lungo i canali interni. Io infatti sconsiglio di andare lungo Canal Grande – per vedere il Canal Grande c’è un altro modo, che dopo ti indicherò -. Puoi prendere la gondola direttamente sul posto senza prenotare, oppure prenotare il giro in gondola online tramite le tante agenzie.

Una dritta: se per te il costo è elevato, ti do un’alternativa. A Venezia puoi fare un giro in gondola anche a un prezzo irrisorio. Come? Con il traghetto! Ci sono dei punti sul Canal Grande dove la Gondola attraversa da una riva all’altra. I punti più conosciuti sono: Santa Sofia, San Tomà, Santa Maria del Giglio. Ti lascio il link del comune di Venezia dove trovare il traghetto. Per ogni traghetto salgono fino a 14 persone. Il costo? 2€ . Si perde tutto il romanticismo ma proverai comunque l’ebbrezza di un giro in gondola ad un prezzo decisamente conveniente.

Il primo dei due giorni a Venezia termina qui.

Cosa vedere a Venezia in due giorni: itinerario con mappa. Giorno 2

1 Visitare il mercato di Rialto

Il secondo giorno di visita a Venezia inizia di buon mattino per visitare il mercato di Rialto. E’ una cosa da vedere se cerchi ancora un po’ di autenticità, anche se non è rimasta molta. E’ il mercato del pesce, della frutta e verdura. Si trova alla fermata omonima del Vaporetto di Rialto Mercato. Ti consiglio di farci un giro per ascoltare i mercanti parlare il dialetto veneziano, fare acquisti e vedere come si svolge la vita nel mercato più noto e antico della città.

Gli orari del mercato sono i seguenti:

  • Mercato del pesce: dal martedì al sabato, dalle 7,30 alle 12,00.
  • Mercato della frutta e della verdura: dal lunedì al sabato, dalle 7,30 alle 13,30.
Prodotti al mercato di Rialto

2 Ghetto Ebraico

Una delle zone meno turistiche di Venezia e meno frequentate della città. Il Ghetto Ebraico di Venezia è il più antico d’Europa e si trova nel sestiere di Cannaregio. Tra i luoghi d’interesse si trovano: scuole ebraiche, 5 sinagoghe, il museo Ebraico e i banchi dei pegni per la pratica dell’usura, pratica concessa in passato agli ebrei ma considerata peccaminosa per i cattolici. Nelle case e negli angoli di questa parte della città si vedono ancora i simboli dell’ebraismo

Se vuoi visitare il Museo Ebraio di Venezia, ecco le info utili:

  • Biglietto Intero € 12,00
  • Biglietto ridotto € 10.00: bambini dai 6 anni, studenti fino ai 26 anni di età, soci FAI, soci Touring Club, soci Coop, giornalisti
  • Biglietto ridotto € 7.00: veneziani di nascita e/o di residenza
  • Biglietto gratuito: bambini sotto i 6 anni
  • Orari: lunedì chiuso, da martedì a domenica 10.00-18.00
cosa vedere a venezia in due giorni
Ghetto Ebraico, Venezia

3 Visita alle isole di Murano, Burano e Torcello

Dovrebbe essere mezzogiorno circa, quindi dopo il pranzo prendi il vaporetto per completare la lista delle cose da fare e da vedere a Venezia in due giorni: si va a visitare Murano, Burano e Torcello. La visita dura circa mezza giornata, quindi in questo caso tuto il pomeriggio.

La prima in ordine di vicinanza a Venezia è Murano. Puoi visitare il museo del vetro di Murano e poi ti suggerisco di entrare in una vetreria per vedere come lavorano il vetro i mastri vetrai. Ricordo di averli visti al lavoro da piccolo e sono dei veri e propri artisti che si stanno “estinguendo“. Purtroppo molte attività chiudono perchè non c’è passaggio generazionale. Personalmente ritengo che questa isola meriti di essere visitata più per l’arte del vetro che per l’isola in sé.

Burano è l’imperdibile tra tutte le isole della laguna. Potrai camminare tra le sue vie di case colorate e visitare il museo del Merletto. Inoltre ci sono vari negozietti dove le signore buranee ti faranno vedere come lavorano i merletti. Da non perdere la casa più colorata di Burano: la casa di Bepi Suà.

Infine, Torcello. La più piccola tra le tre, famosa per il ponte del diavolo, il trono di Attila e la basilica di Santa Maria Assunta. Torcello è un’isola quasi completamente disabitata.

Se vuoi ulteriori informazioni su cosa vedere a Burano, ti lascio il link. Qui invece vi lascio cosa vedere a Torcello.

Per raggiungerle prendi le linee 4.1 o 4.2 da Sant’Alvise, Madonna dell’Orto o Fondamente Nove – occhio al senso di percorrenza! -. Per raggiungere Burano e Torcello, da Murano puoi usare linea 12, per Torcello da Burano puoi usare anche la linea 9.

cosa vedere a venezia in due giorni
Casa di Bepi Suà, Burano

4 Lungo il Canal Grande in Vaporetto

Terminata la visita alla tre isole è tempo di rientrare. Ti avevo detto nel capitoletto dedicato al giro in gondola, di non andarci lungo il Canal Grande. Questo perchè col Vaporetto Linea 2 puoi percorrere tutto il tragitto dalla stazione a Piazza San Marco in circa un’ora e mezza. Siediti in punta al Vaporetto e goditi la vista di Venezia coi suoi palazzi affacciati sul Canal Grande.

Ti consiglio di farlo al tramonto o di sera, quando si accendono le luci e la magia scende sulla città. Io l’ho fatto iù di qualche volta. Esperienza davvero stupenda.

Se vuoi sapere cosa fare a Venezia di notte, leggi qui.

Il secondo dei due giorni a Venezia termina qui. Adesso ti lascio alcune indicazioni utili.

Come muoversi a Venezia in due giorni

Il modo migliore per visitare Venezia è farlo a piedi. E’ facile perdere l’orientamento, le calli sono un autentico labirinto. Ma se guardi in alto, negli angoli degli edifici, noterai le indicazioni per i punti cruciali della città lagunare: cartelli gialli che indicano per San Marco, Rialto, Ferrovia, P.le Roma.

L’alternativa per muoversi a Venezia è utilizzare il Vaporetto, il trasporto pubblico ACTV, ma è molto costoso: un biglietto della durata di 75 minuti, costa 9.50€. Nei 75 minuti inclusi nel biglietto puoi utilizzare tutte le linee ACTV, tranne quelle per l’aeroporto. Ci sono anche i biglietti giornalieri da 24, 48 e 72 ore.. Il costo è rispettivamente di 25€, 35€ e 45€. Io suggerisco sempre di valutare bene quante volte pianifichi di usare il Vaporetto: se devi usarlo 3 volte in momenti diversi durante la giornata, allora conviene acquistare il ticket giornaliero. Se vuoi prenotare il tuo biglietto per il trasporto ACTV, fallo qui.

Come arrivare a Venezia

Tre sono le soluzioni per arrivare a Venezia:

  • Se arrivi in auto, devi percorrere il ponte della libertà e l’ultimo punto in cui puoi arrivare con la tua auto è Piazzale Roma. Qui ci sono vari parcheggi a pagamento: ecco dove parcheggiare a Venezia.
  • Se arrivi in treno: sia Italo che Trenitalia collegano entrambe la città una volta ogni ora con tutto il resto d’Italia. La stazione dei treni in cui scendere è Venezia Santa Lucia – e non Venezia Mestre -.
  • Se arrivi in aereo. Venezia è servita da due aeroporti: il Marco Polo situato a Tessera, e il Canova di Treviso. Dall’aeroporto poi devi prendere il bus 5 oppure il servizio Alilaguna, il trasporto pubblico su barca. Ti lascio il link con le tre linee dell’ Alilaguna.
  • Se atterri all’aeroporto di Treviso Canova il modo più semplice è quello di arrivare a Venezia con la linea ATVO. Costo 12€ a tratta a persona.
  • Infine, se hai bisogno di sostare nei pressi del Marco Polo, avrai a disposizione una vasta scelta di parcheggio aeroporto venezia. Puoi optare per uno dei parcheggi ufficiali all’interno dell’aerostazione oppure per una delle tante alternative private a poca distanza dal terminal.
cosa vedere a venezia in due giorni
Una gondola lungo i canali di Venezia

Dove mangiare a Venezia

Ti aspetteresti qualche nome di ristorante famoso o storico ma non so come sia la situazione, dato che molti sono stati ceduti a stranieri e quindi si è perso un po’ il vero spirito della cucina Veneta.

Piuttosto, nei tuoi due giorni a Venezia ti consiglio vivamente di andare per bacari, un’usanza tipicamente veneziana e del Veneto in generale. Il bàcaro, o bacaréto, è una tipica osteria veneziana dalle dimensioni limitate. All’interno ci trovi un’ampia scelta di vini, spritz e cichéti esposti in vetrina. Generalmente il bàcaro ha qualche posto a sedere oppure ne è sprovvisto. Per questo vedrai gente in piedi o seduta sulle scale fuori dal bar col gotto in man – col bicchiere in mano – . Molti giovani usano passare i pomeriggi dei fine settimana a bere spritz mangiare cicchetti per le calli di Venezia – il cosidetto giro di bàcari o bàcarotour -: E’ un modo per mangiare molto e spendere poco. Lo potrai fare anche tu tra una tappa e l’altra.

Se vuoi saperne di più su un giro di bacari a Venezia, ho scritto un post qualche tempo fa.

Dove dormire a Venezia e dintorni

L’offerta alberghiera a Venezia è davvero ampia. Gli alberghi hanno dei prezzi elevati, specie in questi periodi. Parliamo di strutture 3 o 4 stelle. Per due giorni a Venezia, trovare una struttura di buon livello implica una spesa anche di 150€ – 200€ a notte a camera – faccio riferimento ai prezzi in una situazione di stagionalità media, con colazione inclusa – . Si trova anche a meno ma la qualità irrimediabilmente scende. Se poi prenoti un Hotel sul Canal Grande o vicino a Piazza San Marco, il prezzo sarà maggiore. In alternativa ci sono una serie di appartamenti ad uso turistico o bed and breakfast a prezzi buoni.

Booking.com

Credo sia tutto e credo di averti dato moltissime info. Se poi cerchi una guida completa su Venezia, leggi qui. Se hai meno tempo a disposizione, ti lascio il mio itinerario per visitare Venezia in un giorno. Se invece vuoi partecipare ad un free tour di Venezia e non vuoi seguire il mio itinerari nella città lagunare, puoi prenotarlo al link.

Se cerchi altre città da visitare in Veneto ti consiglio di visitare Verona in un giorno, Treviso in un giorno, Padova in un giorno oppure leggiti i miei post su questi borghi:

Se questo post su cosa fare e cosa vedere a Venezia in due giorni ti è piaciuto e ti torna utile, condividilo sui social e coi tuoi amici. Se hai bisogno di stampare o ulteriori info, scrivimi in privato.


,

7 Responses

  1. Itinerario perfetto per una vacanza di pochi giorni a Venezia. Mi è piaciuta molto la descrizione dei luoghi più suggestivi da visitare, descrizione breve ma essenziale.
    Complimenti per l’esposizione.
    Grazie

  2. Una cosa è certa, per visitare Venezia una vita non è sufficiente, il tuo itinerario però è davvero utile. Ovviamente è una di quelle città in cui bisogna decidere: o si approfitta del tempo e si cerca di visitare ogni cosa possibile, oppure ci si lascia guidare da calli e callette senza un vero programma.
    Il mio consiglio è quello di utilizzare i vaporetti, sono un mezzo rapido per spostarsi e linee come la LINEA 1 e la 2 raggiungono i principali punti di interesse della Serenissima

    • La linea due 2 super top perchè ti permette di vedere tutto il Canal Grande dall’inizio alla fine per poi andare fino a S. Marco. Ho cercato di far stare tutto quel che si può e le parti interessanti nei due giorni senza farsi mancare nulla e credo, come dici tu, che siano le cose più utili. 🙂
      Luca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *