Sacile: cosa vedere in un giorno e nei dintorni del Giardino della Serenissima

7 Mag , 2023 - Regione Friuli Venezia Giulia

Sacile: cosa vedere in un giorno e nei dintorni del Giardino della Serenissima

Sacile è una bellissima cittadina in provincia di Pordenone. E’ adagiata sulle sponde del Livenza e ho deciso di visitarla un sabato pomeriggio durante una delle mie gite fuori porta. E’ una città dal forte stile Veneziano: la città entra sotto l’influenza della Serenissima nel 1420 con un ruolo strategico, quello di tenere a bada i Turchi e diventare un fiorente punto di scambio merci. E’ da qui che il legname per le gondole giunge a Venezia lungo il fiume. Per controllare le loro attività, molti veneziani si trasferirono qui, costruendo palazzi in stile veneziano come quelli sul Canal Grande. E infatti alcuni angoli di Sacile ricordano proprio la città lagunare.

Oggi è conosciuta come il Giardino della Serenissima e il centro storico si sviluppa su due isole disegnate dai meandri del Livenza. Ora che l’ho vista, ti vorrei parlare di cosa vedere a Sacile, dedicandole o un giorno oppure soltanto poche ore. In questo ultimo caso, puoi utilizzare il resto della giornata per visitarne i suoi dintorni.

Sacile: cosa vedere in un giorno o in poche ore anche nei dintorni

1 Palazzo Ragazzoni

Lasciata l’auto vicino al parco sul Livenza, ci rechiamo subito a Palazzo Ragazzoni per iniziare la nostra visita a Sacile. E’ conosciuto anche come il luogo delle delizie per l’abbondanza di lusso e sfarzo che accoglievano principi e papi in visita. Il palazzo nasce su volere di Giacomo Ragazzoni, armatore e mercante veneziano stabilitosi in città per rafforzare la sua presenza. Dell’antico palazzo Ragazzoni restano solo due facciate, quella sul Livenza e quella su viale Zancanaro. Al suo interno invece si si trovano gli affreschi del Montemezzano, appartenente alla scuola del Veronese, una cappella privata con stucchi settecenteschi e il Salone d’Onore.

cosa vedere a sacile
Palazzo Ragazzoni, Sacile

Oggi il palazzo appartiene al Comune di Sacile: vi si svolgono consigli comunali, eventi culturali e turistici.

2 Piazza del Popolo a Sacile

Lasciatici alle spalle Palazzo Ragazzoni, attraversiamo il ponte sul Livenza per arrivare al cuore di Sacile. Piazza del Popolo è la piazza più importante della città ma una volta era un emporio utilizzato come scalo delle merci del porto fluviale. La piazza è delimitata da palazzi in stile Veneziano risalenti alla prima decade del 1600. Tra i palazzi costruiti qui si trovano il palazzo del Comune, risalente al 1483, Palazzo Pianca in stile gotico con i due affreschi Madonna con Bambino e Madonna china con velo nero e San Sebastiano. Infine, vi si trovano alcuni edifici risalenti al primo novecento, ricostruiti a seguiti dei bombardamenti delle guerre mondiali, e alcuni bar.

cosa vedere a sacile in un giorno
Piazza del Popolo, Sacile

3 Chiesa di Santa Maria della Pietà e Ponte della Pietà

Nel centro storico di Sacile si trovano i due edifici religiosi più importanti, a pochi passi l’uno dall’altro. Il primo è la Chiesa di Santa Maria della Pietà è un edificio legato fin dalle sue origini alla fede popolare cittadina. E’ considerato il simbolo della città e gli abitanti di Sacile hanno sempre manifestato grandissima devozione a questa chiesa. La prima pietra fu posata nel 1611 a seguito di un miracolo del 1609: un’immagine della pietà iniziò a lacrimare, e ne susseguirono alcune guarigioni miracolose. Da qui il nome della chiesa e la sua costruzione per mettere all’interno l’immagine sacra della Pietà.

La chiesa è situata sulle sponde del Livenza e vi si accede tramite un atrio a doppio loggiato, mentre l’interno è ha una pianta di esagonale.

4 Duomo di Sacile

Il Duomo si trova a pochi passi dalla chiesa della Pietà, sempre nel centro storico di Sacile. E’ l’edificio religioso più importante ed è dedicato a San Nicolò. Risale al XV secolo, la sua facciata esterna in stile gotico richiama alcuni elementi dei palazzi veneti. Il campanile svetta alla sua destra per cinquantadue metri.

Vi si accede tramite un portale in bronzo e l’interno è a tre navate dove ai lati si trovano diverse opere d’arte come affreschi e Pale d’Altare. Devo dire che tra i due edifici, il Duomo non mi ha impressionato più di tanto. Però visto dal ponte sul Livenza, Campanile e Duomo contribuiscono a creare lo scorcio più bello di Sacile.

cosa vedere a sacile
Chiesa della Pietà, Sacile

5 Ponte sul Livenza o Ponte della Vittoria

Tra le cose da vedere a Sacile ti consiglio di non perdere il Ponte della Vittoria: è da qui che puoi avere la vista migliore su Sacile, col Duomo e il campanile dietro al fiume in uno scenario bellissimo. E’ noto come ponte sul Livenza e da qui hai la visuale sul fiume attorniato dagli alberi e dai fiori, col campanile e la chiesa sullo sfondo. In alcuni giorni è possibile vedere delle esercitazioni di canoa. Da qui puoi proseguire lungo via Garibaldi, dove si trova la chiesa di San Gregorio, ma purtroppo non ho avuto modo di entrare.

7 Parco sul Livenza

La visita a Sacile e al suo centro storico termina qui: ora torniamo verso il parcheggio di via Mazzini per rilassarci un po’. Qui si trova un piccolo parco sul Livenza, una zona verde delimitata dal fiume, che proprio in questo punto esegue una curva a gomito e creando una piccola penisola dove sono state posizionate alcune panchine. Il parco è il luogo giusto per rilassarsi e spendere un po’ di tempo in relax, ammirando gli animali o leggendo un libro.

cosa vedere a sacile
Sacile dal Ponte della Vittoria

8 Chiesa di San Liberale

L’ultima cosa da vedere a Sacile in un giorno si trova fuori dal centro storico, a 650 metri circa da Palazzo Ragazzoni ed è facilmente raggiungibile a piedi. E’ la chiesa di San Liberale, o tempio di San Liberale, situata in viale Zancanaro. Nel posto in cui sorge il tempio era stato eretto un capitello che divenne ben presto meta di pellegrini e devoti: un contadino durante l’aratura portò alla luce dei resti umani e i buoi si inginocchiarono in segno di devozione. L’evento fu ritenuto miracoloso e prima si costruì il capitello e successivamente la chiesa.

Alla fine del 1600 fu eretta la chiesa e trasferirono da Roma le spoglie di Liberale, un soldato romano pagano fattosi cristiano e morto martire nella fede cristiana. Dopo la prima guerra mondiale la chiesa fu profanata e ricostruita nel 1926 con l’intento di farne un ossario per i caduti della Prima Guerra Mondiale. San Liberale è coprotettore di Sacile e le sue spoglie sono state messe dentro a questo edificio di forma circolare ma sprovvisto di decorazioni.

Cosa vedere nei dintorni di Sacile

Terminata la visita a Sacile, supponendo tu ci abbia dedicato solo poche ore, ecco alcune idee per visitare altri luoghi interessanti nei suoi dintorni.

  • Polcenigo: questo piccolo borgo dell’alto Friuli è bellissimo. Si visita in qualche ora e si trova a nord di Sacile. Ti consiglio di vedere il suo centro storico, salire fino al castello e di non perderti le sorgenti del Gorgazzo e del Livenza. Se vuoi saperne di più leggiti il mio post su cosa vedere a Polcenigo.
  • Pordenone: Una delle più importanti città del Friuli Venezia Giulia. Bella ed elegante. Ti consiglio di non perdere il suo centro storico, ricco di vita e di giovani. Leggi qui cosa vedere a Pordenone
  • Lago di Barcis: qui puoi passeggiare lungo la sponda del lago, percorrere il sentiero del Dint e attraversare un ponte tibetano sospeso sulla Forra del Cellina. Esperienza stupenda. Qui invece alcune idee su cosa vedere al lago di Barcis.
  • Diga del Vajont: un’esperienza davvero toccante, ma va fatta con una guida. Ti consiglio di prenotarla prima. Si attraversa la diga e di sale fino al bosco vecchio, che la natura ha saputo rigenerare. Se vuoi saperne di più leggiti la mia esperienza sulla visita alla diga del Vajont.
cosa vedere a sacile e dintorni
Sorgenti del Gorgazzo, Polcenigo

,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *